Torta di Pesche Veloce

torta-di-pesche-005-550x827

Come riutilizziamo la frutta dopo averla essiccata? E nel caso di specie, qualcuno ha una buona idea per le pesche?

Ecco una soluzione semplice e gustosa per una ricetta perfetta con le pesche ma anche con altri prodotti che avete in casa. E mille grazie a Mamma Papera per le sue squisitezze.

Già che ci siete, a proposito di frutta, andate a dare un’occhiata anche alla sua personale versione di barrette energetiche con frutta essiccata 😉

“Era da un pò che pensavo ad un dolce con le pesche per la merenda dei bimbi e perchè no anche per la colazione, ma per altre ricette e altri impegni avevo sempre rimandato e oggi finalmente eccola qui.

La settimana scorsa avevo essiccato delle pesche per provare il mio nuovo essiccatore, e ho pensato di utilizzare pesche essiccate insieme a delle noci pesche fresche ma un pò mature.

Oggi guardando in dispensa vedo l’ultimo vasetto di pesche sciroppate che aveva preparato mio marito da mia suocera, con le pesche della loro campagna(…), due metà di pesche sciroppate e solo 100 gr di succo, e secondo voi che ci faccio? Ma ovvio lo uso nella ricetta, ci provo, sperando che venga fuori una buona ricetta, e posso dirvi di aver trovato la ricetta perfetta, che sa di pesca.

Ingredienti:

  • 4 uova
  • 175 gr di zucchero
  • 100 gr di cocco
  • 120 gr di farina 00
  • 30 gr di fecola di patate o di maizena
  • 100 gr di sciroppo di pesche (ev. succo di pesca)
  • pesche mature*
  • 2 mezze pesche sciroppate*
  • pesca essiccata e tagliata a fettine*
  • 150 ml di panna al 35% di grassi
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • un pizzico di sale
  • 1 bacca di vaniglia bourbon – i pistilli

*potete sostituire le pesche con quelle fresche e lo sciroppo con il succo

 Preparazione:
Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto soffice e spomoso, aggiungetevi a filo la panna sempre continuando a montare e poi lo sciroppo di pesca.

Aggiungete sempre montando gli ingredienti secchi (farina, fecola e cocco rapè o grattugiato, il sale e il lievito), precedentemente setacciati insieme, poco per volta.

Quando avrete finito di aggiungere tutta la farina, mettete anche i pistilli della vaniglia amalgamandoli per bene nel composto, a questo punto versate tutto in una teglia imburrata, nel mio caso è bastato solo il burro ma se avete dello zucchero di canna, spolverate la teglia dopo aver imburrato. Mettete le pesche che avrete tagliato a fettine oppure a dadini o un pò e un pò.

Il liquido ottenuto sarà abbastanza liquido, quindi i tempi di cottura dovrebbero essere di circa 45 minuti.

Infornate a forno già caldo a 180°. E qui dovete stare attenti perché finché il mio dolce era in forno, il vetro davanti (che già dava segni di cedimento) è caduto e quindi il mio dolce si è cotto con tempi più lunghi e con temperature più basse, solo i primi dieci minuti erano giusti, grrrrrrrrrr, quindi regolatevi con il vostro forno.

Quando il vostro dolce sarà cotto, vale la prova stecchino, (ma per via delle pesche, di cui alcune si scioglieranno, si presenterà abbastanza umido, l’importante che non ci siano grumi sullo stecchino, magari se ci volete dare testimonianza sui tempi di cottura effettivi, vi ringrazio), lasciate raffreddare e spolverate con zucchero a velo.”

3 Comments

Leave a Response