Risotto al limone con anelli di porro essiccato by Good Food Lab

Risotto di porro essiccato, così facile, così buono!

risotto con porro essiccato

Risottino? Delicato e saporito, con Cristina di Good Food Lab impariamo a farlo con il porro essiccato, da noi e con Biosec ovviamente! Pochi passaggi per essiccare un ortaggio pieno di proprietà e molto versatile. Al tempo della quarantena poi, più ricette si hanno a disposizione, meglio è, giusto?

__

I porri sono un ortaggio originario dell’area mediterranea. Sono parenti stretti di aglio e cipolla, anche se hanno un sapore più delicato.
Hanno proprietà diuretiche e sono un alimento disintossicante, specialmente se consumato a crudo. Ed il porro è un ingrediente davvero versatile, che può essere aggiunto a tantissimi piatti per regalare un tocco in più! Per questo, essiccarlo è un modo fantastico per poterlo avere sempre a disposizione.

Inoltre, molto spesso, del porro si utilizza soltanto la parte bianca, buttando via le sommità delle foglie, verdi e meno tenere. In realtà la parte apicale ha una maggior concentrazione di vitamine e sali minerali, ed è ottima in minestre, brodi e risotti. Un’ottima ragione in più per essiccare tutto di questo ortaggio prodigioso!

Essiccare il porro è davvero semplice. Ecco i passaggi per ottenere degli anelli di porro al naturale:
– lava bene il porro, separando leggermente le foglie (dove si possono accumulare residui di terra). Puoi anche tagliarlo a metà per pulire meglio l’interno delle foglie più esterne
– disponi gli anelli di porro sui vassoi dell’essiccatore, separando e aprendo i vari strati, e avvialo a 40° per 8 ore. Puoi anche usare il programma P2 controllando dopo 6 ore.

risotto con porro essiccato
Conserva gli anelli di porro in un barattolo a chiusura ermetica.

risotto con porro essiccato

Come usare il porro essiccato?

Quando utilizzi solo la parte bianca del porro, abituati a essiccare tutto il resto – una parte preziosa che non va buttata! Potrai usarle per dare sapore a soffritti, zuppe e brodi.

Per ottenere un insaporitore veloce, frulla 5 cucchiai di anelli di porro con 1 cucchiaio di sale fino e conserva in un vasetto di vetro con coperchio. Puoi utilizzarlo come sale aromatizzato su pesce, verdure lessate, zuppe e vellutate.
Puoi anche realizzare un preparato per brodo, essiccando insieme al porro anche carote e sedano, e frullando il tutto con sale fino. Conserva questo preparato in un vasetto di vetro con coperchio. Quando ti servirà un brodo veloce, basterà scioglierne qualche cucchiaio in acqua bollente.


Ma veniamo alla nostra ricettina:

Risotto al limone con anelli di porro essiccato

Per fare un buon risotto servono poche cose: il riso giusto, un buon brodo e tanta, tanta pazienza!
Il riso giusto è presto detto: carnaroli, vialone nano, roma e baldo vanno tutte bene, anche se l’ideale tra questi è il carnaroli. È la varietà più pregiata, con chicchi grossi e affusolati, che trattengono gli aromi e tengono perfettamente la cottura.

Il brodo, per questo risotto, è naturalmente fatto con il porro essiccato: basta buttarne un cucchiaio in acqua bollente salata e lasciar cuocere a fuoco basso per 20 minuti. Si sprigionerà un profumo buonissimo, regalando un brodo delicato e saporito.

La pazienza è quella di far cuocere il riso lentamente, con pochi mestoli di brodo alla volta. Una pazienza che viene premiata senza dubbio dalla bontà di questo piatto, dal sapore fresco e leggero che piace anche ai bambini.

Ingredienti (per 2 persone):

Difficoltà: facile
Tempo: 20 minuti

  • 150 g di riso carnaroli
  • 1 limone
  • ½ litro di acqua
  • 2 cucchiai di porro essiccato
  • ½ cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe
  • anelli di porro per decorare
Procedimento
  1. Per preparare il brodo: versare il porro essiccato e l’acqua in un pentolino e portare lentamente a ebollizione. Cuocere per 15 minuti. Salare leggermente.
  2. In una casseruola, scaldare due cucchiai d’olio. Tritare finemente la cipolla e lasciarla rosolare un minuto.
  3. Quando è trasparente, aggiungere il riso e far tostare, mescolando, per un minuto. Spruzzare con il vino e fare evaporare, poi regolare di sale.
  4. Cuocere il risotto versando un mestolo di brodo caldo alla volta, facendolo assorbire mescolando di tanto in tanto. Appena il brodo è assorbito dal riso, versare un altro mestolo di brodo caldo.
  5. A cinque minuti da fine cottura aggiungere un cucchiaino di buccia di limone grattugiata.
  6. Quando il riso è pronto, farlo mantecare con un filo d’olio, il succo del limone passato al colino, un pizzico di pepe. Mescolare, lasciar riposare un minuto. Versare il risotto sul piatto da portata, decorare con gli anelli di porro essiccato e servire.

risotto con porro essiccato

Buon appetito!

Da più di trent’anni i valori di domani

Risparmio energetico, ecosostenibilità, Made in Italy, qualità, rispetto dell’ambiente, delle persone e degli alimenti: ecco i valori da cui partiamo ogni giorno per progettare oggi gli essiccatori di domani.

Scopri i nostri prodotti

Add Your Comment