Ma cus l’è un essiccatore?!

tauro-0257

tauro-0257

Dicesi essiccatore un aggeggio di dimensioni variabili (nel nostro caso ridotte, che sennò in cucina non ci sta, con tutte quelle diavolerie di elettrodomestici che c’abbiamo incastrati l’uno sull’altro sul piano di lavoro!) atto allo scopo di disidratare frutta, verdura, funghi, erbe aromatiche e tutto quel che ci passi per la capoccia.

Il sistema è semplice semplice: qualche cestello pieno di pomodori tagliati a metà, un po’ d’aria calda, una manciata di ore e il gioco è fatto.

Il gusto ci guadagna: provate ad assaggiare i pomodorini o i funghi che avete essiccato voi, magari dopo averli raccolti di persona o anche solo comprati in stagione, senza pagarli a peso d’oro in dicembre che tanto non sanno di niente, e fate il confronto con quelli già secchi che si trovano al supermercato e che, forse non lo sapete, ma sono quasi sempre addizionati di sostanze che con il prodotto naturale non c’entrano nulla (zuccheri, conservanti, aromi ecc)!

La salute ci guadagna pure lei: il segreto dell’essiccazione ad aria tiepida (invece che al sole diretto, per esempio) è che consente di conservare pressochè intatte le componenti nutritive e organolettiche dei prodotti, insomma tutte quelle vitamine, sali minerali e via discorrendo che ci fanno tanto bene, peraltro senza l’aggiunta di alcun additivo chimico!

Il portafogli esulta, il nostro e quello del pianeta: due conti, solo due eh! Quanto costa un pomodoro in stagione e quanto invece in inverno? Quanto costa scorrazzare in giro per l’Italia e per il mondo interi container di frutta e verdura? Quanto costa stoccare gli alimenti in frigorifero? Provare per credere…

Leave a Response