Crema viso all’acqua di rose e calendula essiccata

crema viso con oleolito di calendula essiccata

Con la ricetta di oggi ci addentriamo sempre di più nell’ambito della cosmesi, che ci appassiona moltissimo: grazie ai consigli di Elena, impareremo come fare a casa una crema viso con l’oleolito di calendula essiccata e acqua di rosa. Per curare la nostra pelle con ingredienti naturali e controllati, come siamo ormai sempre più attenti a fare anche con il nostro corpo. Seguiamo passo passo Elena: i procedimenti sono vari e vanno eseguiti con cura per ottenere un prodotto finale soddisfacente e dalle proprietà richieste.  

__

La primavera è esplosa! Nel mese di maggio si vedono fiori ovunque: papaveri, gelsomini e le meravigliose rose. A loro mi sono ispirata per la mia ultima creazione OmMade.
Prima di metterci a spignattare è fondamentale avere qualche nozione di chimica: cos’è esattamente la crema?
Dal punto di vista chimico-fisico, la crema è una formulazione complessa chiamata emulsione. Le emulsioni sono formate da due sostanze che non si possono mescolare tra loro, acqua e grassi. Si ottengono fornendo energia tramite agitazione e calore per vincere la tensione interfacciale tra le due componenti. Attraverso questo processo si ottengono minuscole gocce di un liquido nell’altro: l’emulsionante rende stabili le emulsioni opponendosi alla forza che tenderebbe a separare i componenti.

Principalmente, le emulsioni si possono classificare in due categorie:

emulsioni acqua in olio o A/O. La fase interna o dispersa è l’acqua e la fase esterna o disperdente è l’olio;
emulsioni olio in acqua o O/A. La fase interna o dispersa è l’olio e la fase esterna o disperdente è l’acqua;

L’impiego delle emulsioni sulla pelle ha numerosi vantaggi rispetto a quello di altre forme cosmetiche, poichè la pelle ha bisogno di essere idratata e allo stesso tempo nutrita.

Gli ingredienti di una crema si dividono in tre fasi:

La fase A è quella acquosa (acqua distillata, gomma xantana), la fase B è quella lipofila (oleoliti, burri, cere, emulsionanti e fattori di consistenza). Mescolando prima e poi agitando rapidamente queste due fasi a una temperatura tra tra 60 e 70°C si ottiene l’emulsione base.

La fase C è quella finale o termolabile, poiché sensibile al calore (conservante, sostanze funzionali e oli essenziali e fragranze).

Come ho già consigliato nei post precedenti è sconsigliato modificare le ricette online; creare ricette richiede calcoli precisi e piena conoscenza degli ingredienti che si utilizzano. Per la nostra crema viso ho scelto un emulsione O/A con una percentuale di grassi al 14% circa, consigliata per pelli normali-miste. Le pelli grasse richiedono percentuali di grassi inferiori. Ho scelto l’oleolito alla calendula preparato qualche mese fa da noi, per le sua proprietà emollienti e lenitive. Inoltre per nutrire in profondità la cute e conferirle elasticità ho aggiunto il germe di grano e l’estratto di bacche di goji.
Semplificando al massimo i calcoli preliminari, la somma delle 3 fasi è uguale a 100, la fase A si ottiene sottraendo al totale 100 la fase B + C.

Ingredienti:

Fase A

  • Acqua di rose 80%
  • Gomma xantana 1%
  • Glicerina 4%

Fase B

  • Oleolita alla calendula 6%
  • Tocoferolo – Vitamina E 1%
  • Burro di karitè 1%
  • Metilglucosio sesquistearato 2,5%
  • Alcool cetilstearilico 1,5%

Fase C

  • Conservante Cosgard 0,5%
  • Germe di grano 1%
  • Estratto di bacche Goji 1%
  • Oli essenziali 0,5%

Alcuni ingredienti sono sicuramente sconosciuti e devo essere ordinati online, personalmente vi consiglio di acquistare presso zenstore.it
In commercio esistono moltissimi emulsionanti e co-emulsionanti; io per semplificare le mie preparazioni utilizzo sempre gli stessi, che sono: il Tegocare Ps o metilglucosio sesquistearato, è un emulsionante, PEG free, eco-bio, derivato da origini vegetali, un ingrediente ideale per le formulazioni di creme e lozioni di tipo O/A, ma anche per quelle di tipo A/O. Percentuali consigliate 2%-5%. L’Alcool Cetilstearilico è un prodotto completamente puro, naturale e di origine vegetale. Viene utilizzato come fattore di consistenza della fase grassa. Ottimo principalmente nelle emulsioni di tipo O/A, ma buono anche per quelle di tipo A/O. Percentuali consigliate 1%-2%.

Materiali:

  • Frullatore a immersione o frullino (tipo per cappuccino)
  • Termometro per alimenti e bilancia di precisione
  • Pentolini in acciaio inox
  • Cucchiaini di plastica, contenitori e ritagli di carta da forno per le misurazioni
  • Vasetti
Procedimento per l’acqua di rose
Ingredienti:
  • Acqua distillata 250 ml
  • Petali di 3 rose non trattate
  • 1,5 ml Cosgard (40 gocce)

crema viso con oleolito di calendula essiccata

Consiglio di raccogliere rose di colore chiaro (la mia foto è solo dimostrativa), altrimenti l’acqua colorata cambierà notevolmente il colore finale della crema. Scaldare l’acqua, senza raggiungere l’ebollizione, aggiungere i petali di rose e lasciare macerare circa 12 ore. Filtrare con l’ausilio di un colino e una garza, poi aggiungere il conservante. Conservare in contenitori scuri o al riparo dalla luce.

Procedimento per la crema viso:

Riscaldare a bagno maria l’oleolita di calendula, la vitamina E e il metilglucosio; girare finché si è sciolto. Togliere dal gas e aggiungere l’alcool cetilsterilico e il burro di Karitè. Sciogliere completamente e controllare la temperatura che dovrebbe essere compresa tra 60° e 70°C. Nel frattempo disperdere la gomma xantana nell’acqua di rose; aspettare qualche minuto e agitare con il frullatore a immersione. Riscaldare direttamente sul gas o microonde fino alla temperatura di circa 70°C, poi aggiungere la glicerina.
Controllare la temperatura delle due fasi, se sono entrambe alla stessa temperatura, mescolare a filo la fase acquosa A nella fase lipofila B e contemporaneamente mescolare con frullatore a immersione o frullino fino a formare l’emulsione.
Aspettare che la crema si freddi ed aggiungere gli ingredienti della fase C. Ogni 100 gr di prodotto circa 20 gocce di Cosgard e 20 di oli essenziali (io per questa preparazione ho scelto mandarino & palmarosa).

crema viso con oleolito di calendula essiccata
La crema si conserva a temperatura ambiente per circa un anno. Evviva la cura del corpo, con ingredienti naturali e prodotti fatti a mano!

Add Your Comment