Biosec e i moduli complementari, questi sconosciuti!

moduli complementari Biosec

moduli complementari Biosec

Oggi parliamo di una faccenda interessante anche se ancora poco sfruttata: i moduli complementari.
Chi sono costoro?
Si tratta di espansioni, aggiunte che si possono fare al vostro Biosec per aumentarne la capacità.

Quello che succede normalmente è questo: acquistate un essiccatore, iniziate ad usarlo, scoprite che ci potete fare un sacco di cose incredibili, molte più di quanto pensaste all’inizio, e finisce che lo spazio non vi basta più. Che fate? Comprate un altro tunnel e lo aggiungete al primo.

In parole molto semplici, un modulo complementare è un tunnel Biosec con tutti i suoi bei cestelli al posto giusto, lo sportellino di chiusura, ma nessun motore. Perché quello ce l’ha già l’essiccatore principale che avete in casa. Giusto, no?
I moduli complementari sono disponibili sia in plastica che in acciaio, a 10 o 12 cestelli, quindi nella versione più lunga dei nostri Biosec.

moduli complementari Biosec

Qualche domanda che a questo punto sorge sempre spontanea ai nostri clienti:

Ma il motore del mio Biosec riesce ad essiccare anche il contenuto del modulo complementare?!

La risposta è, ovviamente, sì. Sennò che ve lo vendiamo a fare?! 😉
I nostri motori sono studiati per arrivare ad essiccare correttamente fino a due tunnel lunghi in serie. Ovviamente questo significa che a maggior ragione il risultato è garantito per un essiccatore corto (per esempio B5 Domus o B6 Deluxe) con un modulo complementare lungo. Solo per alimenti particolarmente acquosi si può notare un lieve gap nelle tempistiche di essiccazione tra i cestelli più prossimi al motore e quelli posti invece in fondo alla prolunga. Se lo desiderate, ricordate che potete sempre e con un unico, semplicissimo gesto, riequilibrare la situazione spostando il motore da un capo all’altro del vostro blocco di essiccatori.

Come si fa ad unire correttamente il mio Biosec al modulo complementare?
Semplicemente affiancandoli l’uno all’altro: togliete la portina di chiusura di Biosec e unite l’imboccatura aperta a quella libera del tunnel aggiuntivo. In questo modo Biosec avrà il motore da un lato, il tunnel aggiuntivo invece monterà lo sportellino al capo opposto. E il gioco è fatto: un bell’essiccatore raddoppiato, come un trenino con due vagoni.
L’assenza di meccanismi di collegamento è una scelta fatta sia per ragioni di praticità (l’essiccatore diventa così lungo che, se fosse unito in un blocco unico, diventerebbe veramente complicato da aprire o movimentare in caso di necessità), sia perché non c’è alcun bisogno concreto di aggiungere ganci complicati e che potrebbero rompersi col tempo. Gli essiccatori sono infatti uguali tra loro e l’eventuale dispersione di aria calda è trascurabile, non inficia in alcun modo il processo.

Mi sembra tanto lungo… Esiste il modulo complementare “corto”, da 5 o 6 ripiani?

No… perché pensiamo che se dobbiamo prolungare, bisogna farlo bene! 🙂
E poi pensateci: in questo modo avrete 3 essiccatori in uno: il vostro originale corto, il nuovo lungo, che potrete far lavorare anche da solo, dotandolo del motore del primo Biosec, e la versione super, ottenuta dall’unione dei due. Massima versatilità anche in base alle quantità di prodotto che avrete a disposizione di volta in volta!

moduli complementari Biosec

Posso unire un tunnel in plastica ad un essiccatore in acciaio inox (o viceversa)?

Sì! Se per caso avete un essiccatore della linea Deluxe, completamente realizzato in acciaio (e per questo un po’ più costoso) e desiderate dotarvi di una prolunga per le emergenze, che pensate magari di non usare tantissimo, potete risparmiare acquistandola in materiale plastico: non ci sarà alcun problema nel processo di essiccazione. E ovviamente vale anche l’inverso, Biosec in plastica, modulo complementare in acciaio 😉

4 Comments

    1. Buongiorno! Lei intende un essiccatore e un modulo complementare? Basta affiancare i tunnel e posizionare il motore ad una estremità e la griglia di chiusura dall’altra. Buona essiccazione!

Leave a Response