Cipolle pastellate essiccate, uno snack con stile!

cipolle pastellate essiccate

cipolle pastellate essiccate

Di solito quando si parla di snack essiccati si pensa sempre alle zucchine o ai pomodori, che fatti in fettine sottili ed aromatizzati sono delle ottime chips, da sgranocchiare in ogni momento. Però, quando tocca agli chef, arriva sempre qualcosa di nuovo, di inaspettato, di finemente elaborato che ci fa dire “ah cavolo, è vero, si possono fare anche così”. E che questo ci faccia da sprone, perché l’essiccazione è davvero così, alle volte basta provare, avere un’idea e fare un tentativo! Lo chef Martino Beria ci ha stupito tante volte e la sua pastella vegan che avvolge questi anelli di cipolla è davvero una delizia. Avete un aperitivo con cui testare questa ricetta? Provateci subito, il week-end è alle porte!
__

Gli ingredienti richiesti per questa ricetta sono molto semplici e se la vostra alimentazione è un po’ attenta alla qualità del cibo, probabilmente, oltre alle cipolle, avrete già in frigo anche il necessario per fare la pastella. Vediamo insieme come procedere per ottenere le nostre cipolle pastellate essiccate.

Ingredienti
  • 2 cipolle di Tropea

Per la pastella

  • Semi di canapa decorticati 50 gr
  • Mandorle 10 gr
  • Lievito Alimentare in scaglie 15 gr
  • Curcuma 1/2 cucchiaino raso
  • Sale qb
  • Yogurt di soia al naturale 150 gr
Preparazione

Mondate le cipolle e tagliatele a fette orizzontali spesse 1 cm in modo da ottenere tanti anelli di diversa forma. In un frullatore (o con un minipimer) frullate tutti gli ingredienti per la pastella: otterrete una pastella molto morbida e saporita.
Preparate le placche del vostro essiccatore con i fogli antiaderenti appositi. Immergete un anello di cipolla alla volta nella pastella e poi adagiatelo sulle placche dell’essiccatore. Quando avrete impastellato tutti gli anelli, inseriteli nell’essiccatore e fateli essiccare per 24 ore a 40°C.
Otterrete delle interessantissime cipolle “pastellate” da abbinare a qualche salsina sfiziosa!

Leave a Response