Chiara Berlenga presenta le sue chips di pomodori essiccati

chips di pomodori essiccati

chips di pomodori essiccati

Se avete ancora qualche pomodoro, questa è la soluzione: chips essiccate per l’inverno! Tanto ormai di insalate e di conserve ne avrete mangiate e preparate abbastanza, no?! Anche Chiara Berlenga ne ha raccolto ed essiccato una bella quantità per la distribuzione tramite il suo marchio. Se siete un’azienda agricola e anche voi avete una copiosa produzione di pomodori, avete mai pensato all’essiccazione come metodo di conservazione e di aumento di valore del vostro prodotto? Chiara confeziona le chips di pomodori essiccati in deliziose bustine, facili da trasportare e ottime da consumare alla necessità! Vediamo come lo fa…
__

In questa estate da dimenticare per caldo e siccità, i pomodori sono riusciti a consolarci un po’: la coltivazione ha dato i suoi frutti, e quasi per simbiosi anche il basilico ha tenuto testa a questo clima davvero inclemente.
L’essiccazione dei pomodori è molto diffusa per la realizzazione di conserve sott’olio o per utilizzare i pomodori essiccati in cucina; in realtà se tagliati a fette abbastanza sottili non solo si essiccano più facilmente mantenendo un bel colore, ma si trasformano in chips saporite, ottime come snack e per l’aperitivo. Quest’anno per i pomodori abbiamo scelto la varietà San Marzano, caratterizzata da piante con una buona produzione e frutti dalla dimensione contenuta.

chips di pomodori essiccati

Ingredienti
  • Pomodori
  • Basilico
  • Sale grosso
La preparazione

I pomodori: scegliere solo pomodori ben maturi e lavarli accuratamente lasciandoli in acqua per almeno un’ora, tagliare le due estremità e affettare i pomodori a rondelle spesse non più di quattro millimetri.

chips di pomodori essiccati
Il basilico: selezionare le foglie e frullarle dopo averle ben lavate ed asciugate. Pestare del sale grosso e unirlo al basilico.
Unire il sale ed il basilico alle rondelle di pomodori e lasciare riposare il tutto: in questa fase i pomodori perderanno moltissima acqua, cosa che fa buon gioco ai fini dell’essiccazione.

L’essiccazione

Programma p4, per almeno 18 ore.

chips di pomodori essiccati

Due parole sul confezionamento dei prodotti essiccati:
Il confezionamento finale dei prodotti essiccati deve rispondere a molte esigenze, prima fra tutte quella della corretta conservazione degli alimenti, che non devono reidratarsi, e per questo le confezioni devono garantire la giusta tenuta.

chips di pomodori essiccati
Nel caso dei sacchetti in polipropilene, come quelli che io utilizzo per le chips di pomodori essiccati, la chiusura è realizzata con la termosaldatura delle confezioni. Una buona prova empirica per valutare la validità di un materiale consiste nel riempire la confezione di acqua (pesando con precisione la quantità inserita) e monitorare se la tenuta viene garantita ed in quale misura.

2 Comments

  1. Bellissima idea, non vedo l’ora che torni l’estate per provare!!!
    I pomodori uniti al sale per quanto tempo devono riposare? E dopo prima di inserirli nell’essiccatore vanno asciugati?

    1. Buongiorno Giulia, la nostra Chiara Berlenga lascia riposare i pomodori conditi per una mezz’ora, poi li mette a scolare per pochi minuti (per uso domestico può andar bene un classico scolapasta) e li dispone nei cestelli senza asciugarli. Buona essiccazione 😉

Leave a Response