Spossatezza estiva? Combattila con i 5 cibi dell’estate e il cetriolo essiccato!

cetrioli essiccati

cetrioli contro la spossatezza estiva

In queste torride giornate estive, non dimentichiamo di idratarci bene e di integrare la perdita di sali minerali che avviene con l’abbondante sudorazione. Anche in questo caso ci possono venire in aiuto i cibi essiccati, che non apportano idratazione, va da sé, ma sono un concentrato di minerali. Sara Cargnello presta la sua consulenza a Marco, che vive l’estate molto affaticato, e gli suggerisce alcuni cibi da consumare durante i periodi di massima canicola  e infine ci regala una ricetta simpatica, di un frutto/ortaggio che nessuno immaginerebbe mai di essiccare e invece si può e diventa pure molto sfizioso: il cetriolo!

__

La vostra domanda

Ci sono cibi contro la stanchezza?

Marco ci chiede come combattere la stanchezza tipica del periodo estivo, perché da giugno in poi gli capita di essere sempre stanchissimo, spossato e fa più fatica ad affrontare le giornate. Ci domanda se ci sono dei cibi più adatti di altri per affrontare questi mesi caldi.

La risposta di Sara Cargnello

Quando le temperature si innalzano, è particolarmente importante rimanere idratati ed assumere cibi ricchi di vitamine e minerali.
Si tratta di nozioni che ormai chiunque conosce, ogni estate anche i telegiornali e ogni rivista ripetono gli stessi consigli, quindi fin qui non ho certamente consigliato nulla di nuovo.
Eccessiva sudorazione equivale a perdita di sali minerali e cali di pressione e la spossatezza è presto spiegata.
Ciò che può sembrare contraddittorio è parlare di idratazione in un blog dedicato all’essiccazione, eppure l’essiccazione ci può venire in grandissimo aiuto anche e soprattutto in estate.
Perché, come già sappiamo, non è solamente importante l’idratazione ma anche l’assunzione di cibi ricchi di sali minerali. Le verdure sono amiche preziose in questo senso, e le verdure essiccate lo sono ancora di più, essendo un concentrato di minerali.
L’essiccazione, al contrario della cottura, come sappiamo non impoverisce di nutrienti il nostro cibo.

Spossatezza – rimedi naturali

Ecco quindi una lista dei miei cinque alimenti preferiti per mantenere alta l’energia durante l’afa, che consiglio di consumare freschi quotidianamente, in aggiunta a semplici verdure essiccate da gustare come snack oppure come aggiunta saporita alle nostre insalate estive.

1. Cetrioli
Forse il frutto ortaggio simbolo dell’estate, il cetriolo non dovrebbe mai mancare nelle nostre insalatone, perché estremamente idratante, ricco di vitamina C e di silice (utile al tessuto connettivo) e di acido caffeico, drenante e prezioso aiuto contro le scottature. Provalo anche per aromatizzare l’acqua, a fettine nella caraffa, oppure essiccato!

2. Anguria
Cugina del cetriolo, l’anguria è irrinunciabile in estate, perché ricca di calcio, magnesio, potassio e sodio. Anziché ricorrere ad integratori di sodio e potassio, molto meglio una bella fetta di anguria fresca, rigorosamente da mangiare da sola e mai come dopo pasto, per non commettere un errore di associazioni alimentari e gonfiare lo stomaco a dismisura. Nelle serate più calde, perchè non sostituire il pasto serale con anguria a sazietà? L’effetto depurativo e sgonfiante è assicurato.

3. Cavolo cappuccio
Come tutta la sua famiglia (crucifere), anche il cavolo cappuccio vanta proprietà meravigliose per la nostra salute: antinfiammatorio, antiossidante, ricco di fibre benefiche per l’intestino, vitamina C, ferro e calcio.
I cavoli presentano inoltre un’alta concentrazione di zolfo e di flavonoidi e sono ormai riconosciuti anche dalla comunità scientifica per le proprietà antitumorali. Mangiamolo crudo o leggermente marinato per qualche ora con un po’ di sale, per ammorbidirlo e renderlo più gentile.

4. Lattuga
Le lattughe di ogni tipo, meglio però se di colore scuro perché più ricche di clorofilla, sono una favolosa fonte di fibre e di acido folico, vitamina K, calcio magnesio e potassio. Sono indispensabil come base per le insalatone, ma le consiglio vivamente anche nei frullati verdi, assieme a (poca) frutta, per dare energia e combattere qualsiasi calura. Le foglie esterne del cespo di lattuga, quelle più verdi che di solito scartiamo, sono anche quelle più ricche di nutrienti. Usiamole anche negli estratti di verdura, per arricchire il succo di preziosi nutrienti.

5. Frutti di bosco
I frutti di bosco sono tra i frutti più ricchi di preziosi antiossidanti ed allo stesso tempo sono poveri di zuccheri, perciò sono adatti anche a chi ha difficoltà a regolare gli sbalzi glicemici.
Le sostanze antiossidanti che contengono (antocianidine, polifenoli) li rendono dei veri e propri super cibi. L’ideale sarebbe riuscire a raccogliere frutti di bosco selvatici durante le passeggiate in montagna, oppure trovare zone lontane da inquinamento dove fare incetta di more di rovo, ma se ciò non è possibile è bene assicurarsi di acquistare frutti di bosco coltivati da agricoltura biologica, per beneficiare al massimo delle loro innumerevoli proprietà.

Come dicevo, i cetrioli possono rappresentare un valido ingrediente per moltissime preparazioni estive, ma per utilizzare al massimo il loro contenuto di vitamine e sali minerali si possono consumare essiccati. In poche ore è possibile ottenere un gustosissimo snack da sostituire alle ben poco sane patatine.

Chips di cetriolo
Ingredienti

4 cetrioli freschi
2 cucchiaini di aceto di mele o acidulato di riso
½ cucchiaino di sale

Procedimento

Sbucciare i cetrioli con il pelapatate ed affettarli a rondelle con l’aiuto di una mandolina. Io ho utilizzato la lama ondulata, per ottenere un effetto un po’ diverso.
cetrioli essiccati
Condire le fettine di cetriolo con l’aceto ed il sale.
Se ne trovate, aggiungete anche dell’aneto fresco tritato, si combina perfettamente con il gusto dei cetrioli.
Disporre le fettine di cetriolo nei cestelli dell’essiccatore, senza sovrapporle.

essiccatore per cetrioli

Essiccare per circa 6 ore utilizzando il programma P2 adatto ai vegetali a fette sottili.
Per questa ricetta il programma Biocrudista P3 non è adatto, a causa del contenuto d’acqua particolarmente elevato dei cetrioli. Consiglio una temperatura leggermente più elevata che non andrà in ogni caso a rovinare il contenuto enzimatico e vitaminico della preparazione.
Se si desidera velocizzare l’essiccazione, non utilizzare i fogli drysilk ma ricordarsi di girare le fettine di cetriolo ogni due ore per evitare che si attacchino al fondo del vassoio.
In alternativa utilizzare i fogli Drysilk ma prevedere circa 8 ore di essiccazione.
Le chips di cetrioli essiccati risulteranno sottilissime e molto saporite.
Consiglio di consumarle subito dopo la preparazione perché sono particolarmente sensibili all’umidità.

Ma noi sappiamo che questo avviene già, perché le chips essiccate sono sempre ghiottissime e finiscono in fretta! 

Leave a Response