La Lasagna Crudista della Trasformazione

Schermata 2015-09-23 alle 17.15.24

Primo giorno di autunno. E noi che si fa?

Invece di proporvi una bella ricetta alla zucca (comunque non crediate, siamo sul pezzo anche noi), o con i funghi, ci regaliamo uno scampolo di fine estate con gli ultimi prodotti dell’orto. Prima che sia troppo tardi. Essicchiamo tutto, che poi anche in inverno ci verrà voglia di prelibatezze come questa!

Crudista, gluten e soy free: quella di oggi è una ricetta pigliatutto! E ci permette, con nostra grande gioia, di introdurre e presentare una new entry tra le nostre amicizie. Lei è Annalisa Malerba, utilizza l’essiccatore da un sacco di anni, ma noi l’abbiamo scoperto solo di recente e l’abbiamo trascinata a forza nel pazzo club di questo nostro piccolo progetto online.Annalisa Malerba

Volete saperne di più sul suo conto? Lei si definisce “mamma, contadina e studente di medicina”, vegana da molti anni, tratta il cibo e le ricette che crea con grande attenzione per la sensorialità, la territorialità e la stagionalità. Di più non vi diciamo. A breve sarà lei stessa a presentarsi dalle pagine della nostra sezione “Interviste“!

 

Ingredienti per 20 persone:

Per la sfoglia:

  • 1800 g di zucchine
  • 450 g di cetrioli
  • 6 cucchiai di semi di lino dorati
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 4 cucchiaini di curcuma o di zafferano
  • 2 o 3 cucchiani di sale marino integrale
  • il succo di 1 limone
  • germe di grano e/o lievito alimentare a piacere

Per la conserva:

  • 960 g di pomodori da conserva
  • 24 mezzi pomodori secchi
  • 2 cm di porro (la parte bianca)
  • basilico fresco
  • olio extravergine d’oliva
  • sale marino integrale

Per la béchamel:

  • 600 g di cetrioli
  • 300 g di semi di girasole decorticati
  • 3 tazzine d’acqua, circa 210 ml
  • 2 cucchiai di lievito in scaglie
  • succo di 2 limoni
  • sale marino integrale

Procedimento:

Per la sfoglia: il giorno precedente o i giorni precedenti sbucciate le zucchine con un pelapatate dentato. Pesate 1540 g e tagliate grossolanamente. Sbucciate i cetrioli e pesatene 360 g, procedete a tritare grossolanamente. Macinate i semi di lino. Frullate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Foderate di carta forno o fogli antiaderenti i vassoi dell’essiccatore. Stendete il composto a uno spessore di 0,5 cm, cercando che sia il più omogeneo possibile. Essiccate per 12-18 ore a 40°: otterrete una sfoglia morbida ma compatta, della consistenza di una lasagna già lessata e di spessore minore.

Per la conserva: la sera precedente tagliate grossolanamente i pomodori e il porro e conditeli con il sale; metteteli in un colapasta e lasciateli in frigo a perdere l’acqua di vegetazione. La mattina successiva tritate finemente i pomodori secchi e il basilico. Frullate tutti gli ingredienti e aggiustate di sale e olio.

Per la béchamel: la sera precedente sbucciate i cetrioli e pesatene 480 g. Frullateli, unite l’acqua e ammollatevi i semi di girasole. Riponete in frigorifero e lasciate riposare tutta la notte. La mattina successiva unite il lievito e il succo di limone, frullate aggiustando di sale e olio.

Componete la lasagna: foderate uno stampo di carta forno o di pellicola. Stendete uno strato di béchamel. Ritagliate la lasagna e adagiatene uno o due strati secondo il vostro gusto personale. Continuate con la conserva, poi la béchamel, badando a non mescolarle. Formate più strati e terminate con la béchamel. Se vi interessa che i sapori si amalgamino e se desiderate una sfoglia più morbida, lasciate riposare tutta notte in frigo. Altrimenti, dopo un quarto d’ora rovesciate sul piatto da portata, condite con basilico fresco e servite.

Schermata 2015-09-23 alle 17.15.24

Leave a Response