Settembre, si riparte alla grande!

10354755_1034927219874721_8281551808558667575_n

C’è chi ne parla bene, c’è chi ne parla male, c’è perfino chi ne dice peste e corna.

Una cosa è sicura: noi siamo andati a vedere di persona e dobbiamo ammettere che l’Expo2015 è uno spettacolo emozionante.

Ma partiamo dall’inizio: qui in Tauro abbiamo deciso di chiudere l’estate (e riaprire le danze in azienda e anche sul nostro amatissimo blog) con una gita ad Expo, approfittando della splendida opportunità offertaci dallo chef e maestro cioccolatiere Mirco Della Vecchia e dalla sua Accademia dei Maestri Cioccolatieri Italiani di Belluno.

11951167_1034923749875068_8822338100468340542_n

Mirco, che tanto per capirci è ad oggi il cioccolatiere che detiene il maggior numero di Guinnes dei Primati nella categoria cioccolato, è responsabile dell’organizzazione eventi e contenuti del cluster Cacao e Cioccolato (yuuummmy!) e appasionato utilizzatore dei nostri essiccatori: ecco perché ci ha voluti sul palco del Distretto più dolce di tutta Expo, a parlare ai visitatori della nostra tecnica super cool! 😉

Sono passati infatti i tempi dell’essiccazione come semplice sistema di conservazione degli alimenti. Anche se questo resta un utilizzo importantissimo e fondamentale, volete mettere con le praline di cioccolato con intrusioni di frutti di bosco o polvere di pistacchi essiccati?

f11

Delizie di questo calibro sono state offerte ad un pubblico curioso e partecipe, che ha avuto anche l’occasione di assaggiare alcuni dei nostri celebri spezzafame: zucchine chips, sfoglie di pomodoro, arancia e cannella e tante altre sfiziose idee essiccate. È stato emozionante veder nascere e crescere l’interesse di grandi e piccini, rispondere alle tantissime domande del pubblico e assistere con orgoglio al mutamento di espressione sul volto di chi assaggiava i nostri prodotti: un rapidissimo excursus dallo scetticismo allo stupore, con punte di entusiasmo genuino.

Insomma, due giorni di sole, sorrisi e tanto, tantissimo sapore!

10628417_1034923649875078_7753114029914827597_n

Non ci siamo fatti mancare nemmeno una veloce puntatina alla sede Rai di Expo, ospitata nell’imponente ExpoCenter all’inizio del Decumano, per andare a trovare una vecchia amica: Lisa Casali, che in quegli studi registra quotidianamente il suo programma “The Cooking Show”, è stata così felice di vederci che si è fatta portare un essiccatore da piazzare in bella vista sul set. Il primo che ci vede in tv vince un premio! 😀

11892004_1031695690197874_4658408507249452842_n 11898873_1031695756864534_6365612826380112806_n

Siete curiosi di vedere tutte le foto che abbiamo scattato ad Expo? Fate un giro sul nostro profilo Facebook e diteci quale preferite! Sarà come essere stati là tutti insieme!

2 Comments

  1. ciao a tutti! dopo l’acquisto del Biosec alla fiera di Vita in campagna, mi sono cimentata nell’essiccazione dei prodotti del mio orto/frutteto e ne sono entusiasta. Ho constatato però che i tempi di essiccazione del ripiano più basso sono più lunghi rispetto ai centrali quindi ho seguito l’essiccazione scambiando di posto i vassoi nel corso della stessa o lasciando vuoto il più basso. E’ normale che sia così? qualcuno ha qualche suggerimento da darmi?

    1. Salve!
      Un pochino di differenza si può avvertire, durante il processo, tra i cestelli centrali e quelli alle estremità. Scambiarli di posto è certamente la soluzione migliore, ma ha senso che si disturbi a farlo solamente se il prodotto da essiccare è molto molto acquoso.
      Diversamente, si accorgerà che a conclusione del ciclo di essiccazione, anche se magari nel corso dello stesso poteva notare alcune differenze tra cestelli, il prodotto sarà tutto omogeneamente secco: i gap si hanno di solito solo nelle prime ore del processo e si riassorbono rapidamente nelle ore successive!

      Buona essiccazione!

Leave a Response