Trucchi e segreti: nell’essiccatore non si brucia nulla!

aforisma_bruciare

aforisma_bruciare

Inauguriamo oggi una nuova serie di consigli e piccole curiosità che vogliamo condividere con voi!

La scelta degli argomenti che affronteremo è frutto delle domande più comuni che ci vengono poste da clienti, amici ed essiccatori tutti.

Un po’ alla volta contiamo di svelare misteri e definire punti fissi e certi che possano esser d’aiuto nella pratica concreta dell’essiccazione.

“dentro ad un essiccatore il cibo non si brucia mai! Nemmeno se ce lo dimentichiamo là per una settimana!”

Come mai? Cosa significa?
Semplice!

Significa che, a differenza di quanto accade ad esempio per forni o fornelli, coi quali si corre sempre il rischio di incappare nel “troppo cotto”, vale a dire bruciato, non esiste un grado di “troppo essiccato”: qualunque prodotto voi inseriate nel vostro essiccatore, raggiungerà il punto di equilibrio di umidità tra l’acqua che contiene e quella dell’aria. Da lì non muterà più, non gli sarà possibile essiccarsi ulteriormente e quindi tantomeno bruciarsi.

Questo grazie alla temperatura di esercizio dell’essiccatore, che è sempre dolce e non raggiunge mai i gradi necessari ad avviare processi di combustione, denaturare le proteine o caramellare gli zuccheri.

In pratica? Non dovrete controllare con frequenza i vostri prodotti perché non si brucino. Potrete fare quello che vi va (un giro al parco, una giornata d’ufficio, una serata con gli amici) senza alcun pensiero né timore relativo ai vostri alimenti nell’essiccatore! Quando sarete pronti a ritirarli, loro saranno là ad aspettarvi, belli pronti e tiepidini ma assolutamente NON bruciati. Mai.

Certo, se ci scordiamo la macchina accesa per una settimana, stiamo sprecando di sicuro un po’ di corrente e un sacco di tempo che poteva esser meglio utilizzato per mettere ad asciugare altri bei prodotti, ma quanto a danni al contenuto dell’essiccatore, zero, nada, nessuno!

Siete più tranquilli, ora? 😉

loghicalore

4 Comments

  1. ciao mi chiamo tiziana ho da poco il biosec ho letto e riletto le spiegazioni ma la funzione T4 5 6 E COSI VIA COME SI OTTIENE COSA VUOL DIRE HO CAPITO CHE MANTIENE L AROMA IO HO IL MODELLO PRIMA DEL DE LUXE CON I CESTELLI DI PLASTICA VI RINGRAZIO MI TROVO MOLTO BENE E SONO CONTENTA CHE CI SIETE TIZIANA

  2. Buonasera, ho da poco l ‘essicatore e come primo esperimento ho utilizzato le mele; ho provato ad essiccare fettine di 8 mm circa per 7-8 ore a 55 gradi ma sono rimaste umide, allora le ho fatte sottili 1 mm e si sono asciugate ma non sono croccanti….Posso aver sbagliato qualcosa o magari può essere causa l ‘essicatore?

    1. Salve Anna! Avremmo bisogno di sapere un po’ di informazioni, prima fra tutte quale essiccatore sta utilizzando.
      In secondo luogo, come consigliamo sempre, non bisognerebbe superare i 5/6 mm di spessore per essiccare correttamente, e spesso le ore necessarie sono circa 8/12.
      Non capiamo invece i problemi riscontrati con le fette da 1 mm… Ci aiuta? 🙂

Leave a Response