Il Decalogo dell’Autoproduzione in Cucina

4Z4A9408x

Autoproduzione in cucina - Lisa Casali

Buongiorno a tutti! Una bella notizia per cominciare bene la giornata: è finalmente in libreria, edito da Gribaudo – Feltrinelli,  Autoproduzione in Cucinail nuovo libro di Lisa Casali, la nostra artista del riciclo e della cucina del risparmio. Economico, non di gusto! 😀

Come vi abbiamo anticipato già qualche giorno fa, Lisa stava per dare alle stampe un nuovo volume interamente dedicato alla scoperta di tutte le cose che possiamo evitarci di acquistare al supermercato per farcele da noi, a casa, con ingredienti sani e controllati, senza oscuri conservanti, coloranti e additivi vari, solo con un po’ di tempo, passione e fantasia. O per tutto quello che al supermercato non si trova proprio, ma che farebbe tanto bene mangiare una volta ogni tanto.

Con la prefazione di Eva Alessi, Responsabile Sostenibilità di WWF Italia, 15 tipologie alimentari e le splendide immagini di due professioniste come Francesca Brambilla e Serena Serrani, il risultato è un prodotto editorialmente bellissimo anche nell’estetica, oltre che nei contenuti, con copertina rigida, colori vivaci e duecento pagine di idee e suggerimenti davvero smart!

L’idea in più è la suddivisione per colori in categorie di prodotto, un po’ come al supermercato, con tanto di etichettine da incollare sulle confezioni (sacchetti, vasetti, scatole, ecc.) e da compilare con i nomi che inventerete e le date di scadenza.

Guardate qui sotto e diteci se non vi viene voglia di saperne di più!

  1. Prodotti di base – dado granulare, aceto di mele, Gomasio…
  2. Farine,  addensanti, gelatificanti
  3. Pane e prodotti da forno – pasta madre, fette biscottate,
  4. Colazione e merenda – muesli, barrette…
  5. La pasta – maccheroni, spaghetti, cuscus
  6. In busta – zuppe e minestre istantanee
  7. Latticini classici e vegetali – burro, panna, tofu, formaggi,
  8. Secondi vegetali – Tempeh, Seitan, Kebab vegetale
  9. Conserve dolci  – marmellate, creme…
  10. Le mie scatolette – pelati, crauti, legumi, sott’aceti…
  11. Salse – ketchup, senape, maionese…
  12. Surgelati pronti all’uso – minestrone, pizzette…
  13. Bibite – latti vegetali, gazzosa naturale, kombucha,
  14. Gelati – ghiaccioli, granite, gelato
  15. Caramelle e cioccolatini

Dalla farina ai latticini, dai cioccolatini al gelato passando per caramelle, pane, marmellate, perfino le gazzose e gli irrinunciabili preparati pronti all’uso: nel libro di Lisa c’è tutto o quasi e il valore aggiunto non sta in una cosa sola. Contiamo insieme?

  1. risparmio
  2. prodotti sicuri, perché la fonte la scegliete voi
  3. nessun additivo o conservante che non sia naturale
  4. prodotti di stagione conservati e pronti all’uso per tutto l’anno (di questo ne sappiamo qualcosa anche noi eh!?)
  5. fantasia, creatività, manualità e gusto: tutti ci guadagnano
  6. mai più a corto di idee regalo per amici e parenti

E si potrebbe andare avanti. Insomma, una miniera d’oro. Qualcuno già obietta chiedendosi chi ce l’abbia, il tempo per produrre tutte queste delizie. In fondo si riempie il carrello della spesa proprio di quei prodotti che ci fanno guadagnare tempo e ci semplificano la vita in cucina. Ascoltate Lisa: ha una risposta anche per voi scetticoni!

Per cominciare, studiatevi il decalogo d’oro dell’autoproduzione. Allora, si corre in libreria?!

decalogo autoproduzione

1 Comment

Leave a Response