Chips di Cavolo Nero Gusto Formaggio

img_01171

cavolo nero

Il cavolo nero, questo sconosciuto.

No, siamo certi che molti di voi abbiano grande familiarità ed utilizzino frequentemente questo ortaggio, ma siamo onesti, non è proprio il più diffuso e comune sulle nostre tavole e almeno qui da noi non si era ancora visto.

E per chi invece non lo conoscesse, vi preghiamo vivamente di non lasciarvi spaventare: molto spesso nell’essiccazione le cose non sono come sembrano. E’ davvero usuale odiare visceralmente un alimento crudo o cotto e scoprirsene appassionati divoratori nella sua versione essiccata (cachi e zucchine sono i più comuni e frequenti esempi di questo simpatico fenomeno di conversione alimentare).

Come lasciarci sfuggire quindi la ricetta di oggi, che nasce crudista dalla fantasia della nostra chef raw Elena Dal Forno ma che, come sempre, è perfetta per tutti e ci regala un uso inconsueto e del tutto particolare del prodotto in questione. Prendiamo svariati piccioni con una sola fava, ops, cavolo: contiamoli insieme.

  1. ci piace provare a essiccare qualunque cosa, quindi siamo curiosissimi di provare questo nuovo arrivato e vedere l’effetto che fa;
  2. i benefici del cavolo nero sono innumerevoli: è antiossidante, anticancro, ricco di calcio, potassio, ferro e vitamine, solo per citarne alcuni;
  3. portiamo avanti la fortunata serie degli snack fuoriorario sani e gustosi, quelli che devono sostituire le patatine, le merendine, i cracker nella nostra alimentazione, senza farci rinunciare al gusto e che tanto seguito ed entusiasmo hanno generato da queste pagine;
  4. proponiamo una ricetta che va bene per tutti: grandi e piccini (ci avete mai provato, voi, a convincere un bimbo – ma anche vostro marito – a mangiare il cavolo nero?! Ecco, con questa ricetta il problema sarà non fargli finire le scorte in un solo pomeriggio!), crudisti, vegetariani, onnivori. Vi prendiamo veramente tutti. Per la gola!IMG_0137

Ingredienti:

  • 200 grammi circa di cavolo nero mondato dalla parte centrale
  • 1 tazza di anacardi ammollati per circa due ore (120 grammi circa)
  • mezzo peperone rosso
  • 1 Cucchiaio di limone
  • 1 Cucchiaio di lievito alimentare
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1 Cucchiaio di olio extravergine d’oliva

Procedimento:
In una ciotola mettere le foglie di cavolo nero con il cucchiaio di olio d’oliva e “massaggiarle” per circa tre minuti, fino a quando le vedrete ridursi in volume di quasi la metà.

IMG_0115In un frullatore o  in un tritatutto mettere i restanti ingredienti partendo dal peperone in modo da avere la parte bagnata più vicina alle lame.

IMG_0117

Una volta ottenuta la crema, versarla sulle foglie di cavolo nero e amalgamare bene il tutto, non lasciando nessuna parte delle foglie scoperta.
Facendo questo continuerete anche a massaggiare le foglie stesse che diventeranno ancora più tenere.

IMG_0119Passate quindi le foglie su carta da forno e quindi nei cestelli ad essiccare per circa 12 ore usando il programma P3, specifico per il crudismo. IMG_0121Una volta pronte e croccanti mangiatele così, come piacevole snack o come un fuoripasto sano e leggero.

IMG_0131

38 Comments

  1. Ma è stupendo!
    È “gusto” formaggio, ma il formaggio non c’è (come nella migliore tradizione degli snack!): sono perfette anche per i vegani.
    … ma davvero sanno di formaggio?

    1. solita cara vecchia risposta (ci stupiamo non gliel’abbiano gà suggerita le vocine nella sua testa): vada dallo spacciatore in piazza, compri un cavolo di cavolo (nero, mi raccomando) e proceda secondo istruzioni. Ah, ci faccia un piacere, controlli di avere gli ingredienti giusti in dispensa, non siamo certi che spiaccicare un uovo mescolato al formaggino tigre valga lo stesso… 😉

  2. Che bontààààà!!!! Scusate ma ho visto che tra il cestello ed il cavolo c’è un foglio. cos’è ? un foglio di carta da forno o altro ? a cosa serve ?

    1. Salve Silvia! La nostra Chef Elena (che ha lavorato a lungo in America) utilizza i fogli antiaderenti Teflex, acquistabili e compatibili con l’essiccatore Excalibur (americano appunto).

      Anche Tauro sta progettando un prodotto analogo per Biosec, che dovrebbe essere in commercio entro l’estate o, al più tardi, in autunno. Nel frattempo, ricordiamo a tutti che della comune carta da forno sarà perfetta per questo utilizzo.

      Stay tuned!

      1. Grazie mille dell’informazione!! Aspetterò con ansia questi fogli.Ma per cosa suggerite l’utilizzo della carta da forno ?Grazie 🙂

  3. C’è chi la usa praticamente per tutto, ma noi lo sconsigliamo perché tappa i fori del cestello, limitando almeno in parte il passaggio dell’aria: i nostri ripiani sono assolutamente sicuri, lavabili a mano o in lavastoviglie e il cibo può poggiarvi sopra senza alcun problema.

    L’uso della carta forno diventa indispensabile per puree, prodotti estremamente piccoli (camomilla e simili) che possano cadere attraverso i fori, ecc…

  4. cavolo, mi sono sbagliata e ho comprato il cavolo verza rosso…no viola, insomma quello li…e mo che ci faccio? suggerimenti golosi per l’essicazione?? Grazie Lilli

      1. il cavolo verza rosso non essica bene nè in questa ricetta nè in altre… fresco è la via migliore… ti consiglio di farci il kimchi (fermentazione delle verdure) o di mangiartelo con sale olio pepe e limone, una delizia!

  5. cara lilli mi è venuto in mente che puoi condirti il cavolo rosso anche con quella salsina che va bene per essiccare il cavolo nero… ti garantisco che anche cruda è una bontà… quasi quasi me la vado a preparare per pranzo!

  6. L’ho appena seminato….tantissimo perché ai miei bimbi piace moltissimo soprattutto stufato con le cupole! Appena sarà pronto proverò anche questa ricetta…io amo alla follia l’essicatore!!!!!

    1. Con due c, ci raccomandiamo 😉 😀
      Scherzi a parte, siamo felicissimi e anche molto stupiti dai gusti raffinati dei suoi bimbi: di solito il cavolo non è amatissimo dai più piccini. Complimenti a loro e alla mamma che li ha educati bene ad un’alimentazione sana!

  7. Ciao,
    ci ho provato ieri con le noci di macadamia al posto degli anacardi (avevo quelle). Non male ma secondo me ne ho messe troppe.
    Il peso indicato di 200 grammi è al NETTO della mondatura, o sono lordi? Cioè 200 grammi senza le coste bianche, o 200 grammi prima di toglierle, per parlare chiaro. Grazie! 🙂

    1. Come se fosse, sempre belle le variazioni sul tema, attendiamo conferme dalla chef autrice della ricetta. Nel frattempo taffetà.

  8. Fatti stanotte, versione alla pizzaiola (io non sopporto il sapore del lievito alimentare): con anacardi, un pomodoro, olio sale e origano…
    Una delizia pazzesca!!
    Grazie!!
    Ora però voglio una ricetta X chips sfiziose di carote, le mie preferite!!!!!!

    1. Ahaha, no! Qui non si vuole niente, qui si condivide, si sperimenta si prova! Ci mandi assolutamente la sua migliore versione di carote sfiziose che la pubblichiamo subito! 😉 <3

Leave a Response