Zucchine Chips – l’alternativa sana alle patatine fritte!

zucchine

Dried zucchini or courgette over wooden background

E badate bene, abbiamo scritto l’alternativa sana perchè ci teniamo alla vostra linea e alla vostra salute più che a tutto il resto, e anche perchè nel titolo non ci entra un poema, ma sarebbe stato corretto scrivere anche MOLTO PIU’ BUONA delle patatine fritte. L’alternativa, si intende.

No, non stiamo scherzando e sì, anche noi eravamo scettici, ci suonava tanto da ripiego salutista un po’ estremo, di quelli che mentre lo mangi devi ripetere a te stesso come un mantra “Dai non è poi così male, su un’altra soltanto, via che ti fa meglio di quelle – buonissime – schifezze che mangi di solito…”.

Invece, credeteci, non c’era modo di smettere di sgranocchiarle e, per quanto ci sforzassimo, non riuscivamo proprio a sentire quella fastidiosissima vocetta di sottofondo (sì, noi sentiamo le voci. Perchè, voi no?) che strilla “Basta! Smettila! Ti fanno male! Non mangiarne così tante!”.

Un indicibile sollievo!

Tutto è nato venerdì mattina a casa di Miss Vanilla. Lo staff  Tauro s’è fatto una gitarella per iniziare a pianificare con lei una serie di iniziative e progetti che non possiamo ancora svelarvi – ma ovviamente restate sintonizzati – e la splendida Sara, con la sua piccola Iris in braccio (6 mesi di vita e sveglia da far paura!) ci ha accolti con mega centrifugato, involtini di zucchine e, per l’appunto, patatine fritte… di zucchina.

Ora, la cosa buffa è che qui si essiccano zucchine da sempre, l’ufficio ne conta almeno 3 vasetti sparpagliati in giro e chi ci viene a trovare in fiera lo può confermare. Ma mai in tutti questi anni ci era passato per la zucca di metterci a mangiarle così, crude e secche, senza reidratarle o utilizzandole in ricette cotte più elaborate.

Vi sveliamo il segreto del gusto:

Ingredienti:

  • tutte le zucchine che entrano nel vostro essiccatore
  • sale o sale aromatizzato a piacere (eventualmente è perfetto anche quello per arrosti)

Procedimento:

Lavate e asciugate accuratamente le vostre zucchine, quindi tagliatele a rondelle di circa 4 mm di spessore, facendo attenzione a mantenerle il più omogenee possibile tra loro.

Disponete le zucchine nell’essiccatore, cospargetele con un po’ di sale a piacere (aromatizzato al rosmarino, al timo, al limone o anche semplice) e impostate il programma P2 Funghi e Fette Sottili o il P3 BioCrudista. Attendete fino a completa essiccazione.

A questo punto ritirate le zucchine, che saranno diventate piccole e croccantine (ma non aspettatevi esattamente lo stesso rumore delle patatine fritte, ovviamente!), disponetele in una ciotolina e servitele ai vostri ospiti o strafogatevi anche da soli. Male non ve ne faranno!

Per la conservazione, come per ogni altro prodotto essiccato, utilizzate vasi di vetro del tipo Bormioli – Quattro Stagioni o simili e riponete in un luogo fresco, asciutto e buio.

Crock!