Tisana di Fiori e Frutti

Fruit green tea with filter, isolated


Con l’autunno arrivano i primi freddi, la pioggia colora di grigio molte giornate e la sera ci si rinfranca volentieri con una bella tazza bollente tra le mani, coperte calde a coprirci le gambe e qualche chiacchiera in famiglia o con gli amici.

No, non siamo impazziti e non abbiamo nemmeno copiato a casaccio la ricetta sbagliata. Volevamo vedere se siete attenti!

Scherziamo, non è vero, è solo che, almeno qui in Veneto, il tempo non vuol saperne di ristabilirsi e il caldo latita. Inevitabilmente il pensiero va un po’ più a sud di noi, alle famiglie che patiscono sulla pelle pioggia e freddo, sfollate dalle loro case senza nemmeno sapere quando potranno rientrarci.

Noi, nel frattempo, abbiamo ripescato una ricetta storica ma mai pubblicata nel blog, che iniziava proprio con le righe qui sopra. Era novembre e la voglia di calore e di coccole stava alle stelle. Nelle fresche serate che ancora ci accompagnano, in attesa di rimpiangerle, soffocati dall’afa di luglio, vi regaliamo un modo dolce e gustosissimo di utilizzare fiori e frutta essiccati. E che ne direste di aromatizzare la vostra tisana con lo zucchero agli agrumi di Simo e del suo Pensieri e Pasticci?! Non sapete che successone ha avuto alle fiere in cui l’abbiamo portato (sìsì, lo abbiamo rifatto anche noi!).

Ecco qui come continuava la ricetta…

Niente di meglio quindi che recuperare tutto il sapore dell’estate nei prodotti essiccati durante la bella stagione, per imparare a preparare gustosissimi infusi a base di fiori e frutti che accompagneranno col loro sapore e il loro profumo intenso i momenti più intimi dell’inverno.

Ingredienti:

  • mele, buccia e in pezzi
  • scorze di arancia
  • scorze di mandarini
  • fragole medio-piccole
  • frutti di rosa canina
  • fiori di ibisco (un toccasana per questi preparati, si coltivano anche in balcone, ma se non li avete essiccati in estate sono difficili da recuperare nella brutta stagione)
  • cannella (da acquistare separatamente)

Procedimento:
Essicchiamo gli ingredienti della tisana

Tutti gli ingredienti sono assolutamente indicativi e possono essere inseriti nelle dosi desiderate, secondo i gusti e le preferenze di ciascuno. Liberate la fantasia ed aggiungete mille altri sapori a vostro piacere.

Per ottenere una buona quantità di tisana, consigliamo di essiccare un prodotto per cestello all’interno del vostro Biosec.

Si raccomanda inoltre l’uso di prodotti naturali, biologici o di provenienza certa: l’uso di acqua bollente nella preparazione delle tisane comporta, più che in altre ricette, l’estrazione di ogni genere di sostanza contenuta negli ingredienti.

Se non avete essiccato i prodotti dell’estate, ecco un breve riassunto per potervi cimentare nell’impresa anche con prodotti acquistati al mercato.

Pulite accuratamente mele, arance, mandarini, fragole e frutti di rosa canina (che si trovano comunemente in giardini, siepi e orti). Preparate la mela in fette e aggiungete qualche buccia senza polpa, di spessore mai superiore al mezzo centimetro. Asportate la buccia di arance e mandarini, avendo l’accortezza di evitare il pipossibile la parte biancastra e lanuginosa presente al suo interno, e disponete tutto all’interno del vostro essiccatore.

Tagliate quindi a metà le fragole, che dovranno essere di dimensioni medio-piccole, e disponetele con la parte interna rivolta verso l’alto. Completate inserendo i frutti di rosa canina tagliati in due o tre parti. A questo punto lasciate essiccare con il programma P1 per un tempo che dovrebbe variare tra le 12 e le 18 ore, a seconda del prodotto e delle sue dimensioni. Potete sbirciare senza problemi nel vostro essiccatore, non comprometterete il processo, e ritirate pure i prodotti che si essiccano prima.

Quando tutti gli ingredienti avranno raggiunto il giusto grado di essiccazione, sminuzzate quelli più grandi, mischiateli tra loro ed aggiungete bastoncini di cannella a piccoli pezzi in quantità desiderata.

Conservate il prodotto in vasetti per alimenti ben chiusi e riponeteli al riparo da luce e calore. Ovviamente lo stesso procedimento può essere utilizzato anche per preparare un infuso di semplice camomilla, basterà lavorare solamente i suoi fiori.

Al momento di consumare la vostra tisana, immergete in acqua bollente un filtro contenente due cucchiaini di preparato, e lasciate in infusione per circa otto minuti.

Un’idea in più: utilizzate la stessa preparazione in piccole ciotole da usare come centrotavola o in sacchettini di stoffa per regalare un aroma irresistibile a cassetti ed armadi. Per questi usi, daranno il meglio di sè le arance essiccate in fette sottili di circa 2 mm.

10 Comments

  1. Grazie Simo! Noi quest’inverno ne abbiamo bevuta a litri. Oggi è importante anche iniziare a mettere via i prodotti per l’inverno, altrimenti poi ci troviamo a novembre senza gli ingredienti essiccati 😉

  2. Ciao è da poco che ho preso il vostro essiccatore , mi piace molto autoprodurre con ingredienti reperibili in natura.Abito in un posto ricco di piante di rosa canina con cui anno ho fatto la marmellata, ma è stata tosta perché ho dovuto pulire le singole bacche da semi e filamenti. Ho visto che questa tisana prevede l’essiccatura della rosa canina e volevo sapere se anche qui le bacche si devono pulire internamente oppure no.

    1. Purtroppo sì. Al massimo può provare a farli solo a metà, ma il risultato migliore glielo darà certamente il processo più complicato e laborioso. Se vuole qualche dettaglio aggiuntivo, le segnaliamo il post della nostra amica “Granosalis”, che di erbe, fiori e piccoli frutti è espertissima: http://granosalis.org/rosa-canina/

Leave a Response